La FeLV è una malattia infettiva virale provocata da un Retrovirus. Questa malattia viene definita come la malatia del “gatto gentile”, in quanto a differenza della fiv che viene trasmessa con graffi e morsi e quindi con il contatto diretto, la felv viene trasmessa anche solo con il semplice lambimento o dalle ciotole infette. Le più frequenti modalità di trasmissione sono quindi le seguenti:

  • Infezione neonatale: la madre positiva la trasmette ai gattini, ecco perché molti micetti sono positivi fin da piccoli
  • Sangue infetto: di solito tramite trasfusioni o lotte e morsi con scambi massivi di sangue
  • Secrezioni: la via più comune, lacrime, saliva, feci, urina infette, liquidi dell’accoppiamento possono trasmettere la malattia. Quindi significa che se mangiano insieme, dormono insieme, si leccano si trasmettono la malattia

Il virus della leucemia virale felina è abbastanza labile nell’ambiente, riesce a resistere di più se contenuto nelle secrezioni, ma scompare dopo qualche settimana. Tutti i gatti che escono fuori sono suscettibili di infezione.
Per quanto riguarda i sintomi della FeLV, sono variabili. Ci possono essere gatti asintomatici, altri che manifestano sintomi generici come febbre, abbattimento, anoressia, perdita di peso e altri ancora che manifestano sintomi relativi agli organi colpiti dal virus. A questo dobbiamo sommare le infezioni secondarie causate dall’immunodepressione, quindi il micio FeLV positivo sarà maggiormente suscettibile a polmoniti, gastroenteriti, toxoplasmosi, FIP, FIV e via dicendo. I principali sintomi di FeLV sono:

  • Linfoma multicentrico, mediastinico, alimentare: spesso la FeLV è associato alla sviluppo di linfomi, tumori maligni che colpiscono il sistema linfatico. Il linfoma multicentrico colpisce tutti i linfonodi del corpo, esterni ed interni e spesso coinvolge anche fegato e milza. Il linfoma alimentare è quello che colpisce l’intestino e i linfonodi mesenterici: provoca dimagrimento e diarrea con malassorbimento. Il linfoma mediastinico causa aumento di volume dei linfonodi mediastinici, con dispneaLeucemia: il virus si localizza nel midollo osseo, lo distrugge e causa l’immissione in circolo di cellule immature, ma provoca anche anemia non rigenerativa e trombocitopenia con emorragie
  • Linfoma renale: provoca insufficienza renale, con tutti i sintomi relativi
  • Linfoma oculare: si ha uveite, cheratite, miosi, blefarospasmo
  • Glomerulonefrite: FIV, FeLV e FIP la causano a causa della formazione di immunocomplessi, il che provoca insufficienza renale
  • Sintomi neurologici: anisocoria, atassia, paresi, incoordinazione dei movimenti
  • Zoppie
  • Aborto, natimortalità
  • Fibrosarcomi

Per fare diagnosi di FeLV, basta un semplice esame del sangue: essendo un test antigenico (che però usa antigeni diversi da quelli del vaccino, quindi non ci sono rischi di falsi positivi
Inoltre vale sempre la regola che prima dei quattro mesi di vita non ha senso testare il gattino in quanto è a rischio di interferenze con gli anticorpi materni e il suo sistema immunitario non ancora perfettamente sviluppato potrebbe ingannarci.
Essendo una malattia virale, non ci sono cure specifiche per la FeLV, esistono dei protocolli basati sull’uso di interferone felino e terapie di supporto.

Molto importante è VACCINARE il proprio gatto contro questa malattia, ovviamente noi consigliamo di vaccinare contro la felv solo i gatti che hanno la possibilità di uscire di casa e quindi avere contatti con altri gatti potenzialmente infetti.