I cani femmina, raggiunta la maturità sessuale iniziano ad andare in calore, ovvero entrano in una fase in cui acquisiscono la capacità di riprodursi. L’età in cui una cagna raggiunge la maturità sessuale, quindi la capacità di riprodursi, varia in base alla taglia dell’animale e va tra i 6 e i 18 mesi.

Il calore può essere per il proprietario un momento molto stressante: nella cagna si manifesta 2 volte l’anno e questo periodo dura circa tre settimane con perdite di sangue che si schiariscono progressivamente in prossimità dell’estro, durante il quali la femmina è recettiva verso il maschio e accetta l’accoppiamento. Per i proprietari di cani femmine il momento più difficile e stressante può diventare quello delle passeggiate quotidiane, quando i maschi, attratti dall’odore potrebbero diventare  insistenti nel cercare di montare la vostra cagnolina.

Anche per i proprietari di cani maschi questo periodo non è affatto piacevole: infatti molti di essi  trovano tutti i modi per sfuggire al controllo e compiere delle fughe per raggiungere una femmina in calore, compreso lo scavalcare le recinzioni del giardino o delle aree attrezzate per i cani.

La sterilizzazione chirurgica (o castrazione) è un’operazione eseguita da un Medico Veterinario, con l’animale in anestesia generale: questo intervento consiste nella asportazione degli organi riproduttivi degli animali, determinando in questo modo l’incapacità di riprodursi.

Nel maschio l’operazione comporta la rimozione dei testicoli, ed è denominata “orchiectomia”: si tratta di un intervento molto semplice e poco invasivo in quanto non richiede l’apertura della cavità addominale.
In animali di sesso femminile l’intervento è invece più invasivo rispetto alla castrazione del maschio, in quanto le ovaie sono poste all’interno della cavità addominale.

Nella femmina si possono scegliere due modalità di intervento: con  l’ovariectomia vengono asportate solo le ovaie, mentre con l’ovarioisterectomia si procede all’ asportazione sia delle ovaie che dell’utero, eliminando totalmente il rischio di insorgenza di patologie a carico dell’apparato riproduttivo.

Quali sono i vantaggi?

Per la femmina:

  1. la sterilizzazione riduce notevolmente la possibilità che compaiano tumori mammari (in particolare se effettuata prima del primo calore).
  2. Si eliminano le infezioni uterine (piometra) e le neoplasie tipiche delle cagne anziane
  3. Si elimina l’ insorgenza di gravidanza  isterica che può causare gravi mastiti

Per il maschio:

  1. Prevenzione dei tumori testicolari
  2. Prevenzione di patologie prostatiche (infezioni, neoplasie)
  3. Riduzione del rischio di ernia perineale
  4. Riduzione del rischio di adenomi perineali
  5. la castrazione ha poi importanti effetti sul carattere: da una parte riduce l’aggressività da dominanza, dall’altra è utile nel ridurre comportamenti indesiderati come l’atteggiamento di marcare il territorio che molti cani maschi tendono a manifestare anche in ambienti chiusi e l’atteggiamento di monta a volta diretto verso le persone o altri oggetti della casa

Miti da sfatare

  • La sterilizzazione è un argomento delicato, attorno al quale ruotano numerose leggende metropolitane. Una delle più diffuse  è quella che dice sia necessario  far partorire la cagna almeno una volta prima di sottoporla all’intervento.

Questo è assolutamente falso! La gravidanza crea delle modificazioni tali all’utero da rendere più difficoltoso l’intervento e non aggiunge nessun vantaggio. Anche perché come già detto l’intervento migliore che garantisce più vantaggi e prevenzione nei confronti del tumore mammario è la sterilizzazione prima del primo calore.

  • Un altro mito da sfatare è che l’animale sterilizzato tenda al sovrappeso. È vero che il metabolismo cambia, ma se il proprietario è attento all’alimentazione del proprio cane in concomitanza con il giusto esercizio fisico quotidiano può evitare l’incremento ponderale.

Presso la nostra struttura la sterilizzazione viene fatta in day hospital dal chirurgo specializzato con esperienza trentennale ed il paziente viene monitorato in continuo con il rilevamento costante della pressione sanguigna, frequenza respiratoria, pulsiossimetria ed ECG).

Di routine noi adottiamo alcune procedure preoperatorie (esame del sangue ed elettrocardiogramma) per garantire la massima sicurezza ed il miglior risultato.

Dopo aver visitato l’animale si procede con una leggera sedazione per tranquillizzarlo, poi viene lasciato circa 10-15 minuti con il proprietario in una sala separata per mettere il più possibile a suo agio il paziente che viene rassicurato dal suo proprietario.

Quando l’animale è tranquillo si passa all’induzione dell’anestesia che viene fatta con barbiturico direttamente in vena, poi si procede intubando l’animale per permettere cosi’ l’anestesia gassosa.

Questo tipo di anestesia è il più sicuro ed il meno dannoso per l’organismo.

Infatti una volta terminato l’intervento si sfila il tubo endo tracheale e l’animale si sveglia in pochi minuti e quando verrete a riprenderlo vi stupirete nel vederlo “cosi’ ben sveglio e scodinzolante”!!

Inoltre la qualità del nostro servizio garantisce la terapia antibiotica ed antidolorifica pre operatoria.

Questo significa che il vostro animale non avrà dolore al risveglio e voi non dovrete somministrare alcun farmaco!

Prima di far sterilizzare il vostro animale è bene accertarsi quale procedura viene effettuata.

La nostra struttura garantisce:

  • esperienza trentennale
  • attrezzatura all’avanguardia
  • anestesia gassosa
  • monitoraggio continuo
  • presenza di defibrillatore in sala chirurgica
  • terapia antibiotica ed antidolorifica intraopratoria
  • assistenza post chirurgica
  • Day Hospital in ambiente confortevole e riscaldato