La nostra struttura si è arricchita di una nuova strumentazione diagnostica: il video endoscopio Storz!

Ma che cos’ è l’endoscopia?

L’endoscopio è uno strumento particolare che permette di vedere certi distretti del corpo che in condizioni normali si potrebbero visualizzare solo eseguendo una chirurgia. Ogni endoscopio è corredato di un set di strumenti che permettono al veterinario endoscopista di indagare l’apparato respiratorio, digerente, genito-urinario e anche l’orecchio, sia in cani che in gatti. Il video endoscopio permette all’operatore, grazie ad una micro telecamera incorporta nello strumento,  di visualizzare in tempo reale l’organo in esame e l’immagine viene trasmessa istantaneamnete su un monitor ad alta risoluzione in modo da permettere manovre sotto osservazione.

Quali sono i campi di applicazione?

Il video endoscopio non serve solo a visualizzare l’organo che  interessa, ma anche per effettuare delle biopsie, estrarre corpi estranei, fare dei lavaggi e via dicendo. Vediamo quali sono le indicazioni diagnostiche più comuni:

    Rinoscopia: la sonda viene inserita nel naso in caso di sospetto di corpo estraneo (per esempio un forasacco o un filo d’erba: questo è uno di quei casi in cui l’endoscopia è il mezzo d’elezione primario sia di diagnosi che di terapia in quanto ti permette di vedere il corpo estraneo e di estrarlo dalle cavità nasali) o in caso di sospetto di forme infiammatorie croniche, anche fungine. Nel secondo caso oltre alla rinoscopia è probabile che vengano fatte anche delle biopsie e degli esami colturali

    Broncoscopia: nel caso di tosse cronica, recidivante e dispnea. L’ endoscopio permette di vedere trachea e i grossi bronchi, di visualizzare eventuali corpi estranei, di fare prelievi bioptici o lavaggio tracheobronchiale

    Gastroscopia: l’endoscopio viene inserito in esofago e arriva fino allo stomaco. Viene proposto questo esame diagnostico in caso di vomito cronico o emorragico, sospetto di tumori all’esofago e allo stomaco, sospetto di corpo estraneo. Grazie all’endoscopio si potrà vedere effettivamente la mucosa dell’esofago e dello stomaco, estrarre eventuali corpi estranei, fare prelievi bioptici

    Colonscopia: in caso di diarree croniche, sospetto di malattie infiltrative, sospetto di polipi o masse tumorali, feci con sangue ecco che potrebbe esservi proposta una colonscopia. Esattamente come nel caso precedente, si potrà valutare visivamente lo stato della mucosa dell’intestino ed effettuare prelievi bioptici. Come in umana, è richiesta una preparazione nei tre giorni precedenti per ridurre il numero di feci nell’intestino

    Otoscopia: molto utile per l’estrazione di corpi estanei come i forasacchi, ma anche per la valutazione del condotto uditivo e timpano in caso di otiti croniche, per lavaggi auricolari profondi, per biopsie in caso di neoplasie o estrazione di polipi.